16 maggio 2018

Alla finestra


Strana giornata, oggi...
Strana ma, in un certo senso, rivelatrice: di umori, caratteri, pensieri, atteggiamenti.
Non amo i giudizi, sommari o ragionati e nemmeno i pregiudizi.
Preferisco osservare e pensare. È il ruolo che più sento consono

Un giorno è passato eppure l’amaro in bocca resta...
Più penso, più aumenta...
Tutto dipende dalle parole: dette o taciute.
Talvolta le persone parlano anche se non dovrebbero, altre volte tacciono nonostante sarebbe meglio si parlassero...
Ci sono situazioni di attrito che dipendono dal detto-non-detto ma io vorrei che si riuscisse andare oltre e trovare l’armonia .
Tuttavia se le persone stesse non lo hanno, come può esserci l’equilibrio?
Continuo a sostenere che il Karma Cosmico esista, ma è difficile vivere in serena convivenza quando pare io sia l’unica a vedere sempre un passo più in là dell’oggi...


Susanna 16.05.2016

15 aprile 2018

ARCHIVIO MADRE una biblioteca virtuale per viaggiatori

...vi piace viaggiare? 
A me si, ma spesso sono indecisa su dove andare. 
Non si tratta di dubbi sulla destinazione della vacanza o della sistemazione alberghiera, quanto un desiderio di conoscere qualcosa sulle bellezze e curiosità nel mondo che varrebbe la pena visitare.
Mi sono trovata a saltare da un sito all'altro per documentarmi prima di decidere su una vacanza ma alla fine spesso mi ritrovo ad andare sui "soliti posti".
Poi un giorno, quasi per caso, mi sono imbattuta su un articolo pubblicato sul mese di marzo 2018 della rivista  VOGUE che parlava di  ARCHIVIO MADRE e diceva:

Nasce una BIBLIOTECA VIRTUALE fatta di storie, aneddoti e curiosità, dedicata a chi non crede che basti l'algoritmo di un motore di ricerca per scoprire il fascino del mondo.


Incuriosita ho clikkato sul sito di  ARCHIVIO MADRE e sono entrata su un mondo nuovo: una vera e propria biblioteca virtuale per viaggiatori!  
E' qualcosa di innovativo, che non ho mai trovato prima tra le innumerevoli proposte del web. 


Spero possa piacere anche a voi o,  quantomeno, lo possiate  trovare interessante o curioso.
Lo trovate anche su InstagramFacebook e Twitter🌹

8 ottobre 2017

RIFLESSIONE

Ferisce di più
Chi non può, chi non vuole o chi dimentica?
La consapevolezza
Di aver dato perle ai porci
Tuttavia
Non modifica la sostanza
I porci non cambiano
Le perle restano tali
Comunque.

Susanna 08.10.2017

19 agosto 2017

LOTTANDO, MAI DOMA!

".....  UN DESIDERIO - Susanna Bonaventura: ...a due mesi dal mio SG-DAY: Sono passati due mesi dal mio Sleeve Gastrectomy-Day e sto sempre meglio. Non ho mai vomitato, il peso cala con regolarità, le forze aumenta... ..."

...da quel giorno sono passati più di sei anni, e io sono di nuovo qui a ragionare sul da farsi. Il mio corpo non vuole seguire la mia mente e sono nuovamente sull'orlo del baratro. Non credevo sarebbe potuto succedere.
Ma lotterò, di nuovo, con lo stesso ardore e la stessa determinazione. Mi è stata suggerita una nuova operazione, "naturale prosecuzione" di quella sleeve gastrectomy fatta anni fa. La cosa mi intimorisce, ma ci ragionerò con calma, informandomi, valutando e ponderando (come ho fatto la prima volta) in modo da arrivare al dunque con la stessa forza e convinzione che mi ha fatto intraprendere sette anni fa questa strada. 
Lo so che è difficile da capire: per farlo, è necessario vivere almeno un giorno da obesi...

15 agosto 2017

23. In un giorno di mezza estate

Oggi, in un caldo pomeriggio di metà estate, il feretro era al posto d'onore e amici, parenti e conoscenti si sono stretti tra parole e dolore.
Io ero lì per onorare il grande lutto di un caro amico.

4 settembre 2016

22. FLIRT


Estate. Il sole scalda la pelle e la rende infuocata, fuori e dentro. Lui guarda lei, lei guarda lui, il cuore batte e la scintilla scocca. Due adolescenti che vivono un'avventura d'amore, forse la loro prima storia, che durerà un giorno, una settimana, o magari un pochino di più. Immersi uno negli occhi dell'altro si inizia con una parola, seguita da un'altra, che poi si trasformano in dialoghi infiniti. Il primo bacio, le prime carezze che infiammano, nulla di più, perchè la magia è questa: toccare il cielo con un dito semplicemente guardandosi negli occhi o sfiorando le sue labbra in un lieve bacio.

12 giugno 2016

Fermo sulla banchina attendo il treno che mi porterà lei


La stazione è grande. Impersonale. Le gente passa, chi è qui va di là, chi è là corre di qua, tutto un andare e venire senza tregua. Un caos disordinato che, tuttavia, segue una sua logica: assomiglia alla vita. Alla mia.

11 giugno 2016

21. IL PESO DELLE PAROLE

22. IL PESO DELLE PAROLE

Io scrivo e farlo mi rende felice.
La necessità di esternare ciò che sento dentro è iniziata anni fa partendo da un’anima che, lacerata, lascia uscire parte di sé,  Ho imparato a sintetizzare il possibile cercando di non perdere il senso delle cose, o tralasciare sfumature importanti. Ho guardato il mio oggi, cogliendo luci, colori, suoni, emozioni.
Amore, desideri, sogni di una vita serena e piena di soddisfazioni sono cose presenti nell’immaginario di ognuno e io, perdendomi nel blu degli occhi dei miei figli, mi accorgo di aver realizzato appieno.

20. TEMPI MODERNI

Capita.
Di sentirsi stanchi, impotenti: è la primavera, dicono. Se invece la stagione è quella sbagliata la causa è del tempo che non è più quello di una volta, o del cibo che è ormai pieno di conservanti, del progresso che ci rende sedentari e pigri, dei valori che non ci sono più, del computer, del telefonino, i vecchi, i giovani, grassi, magri... insomma, di qualcosa o di qualcuno deve per forza essere colpa. Quasi che trovare la causa o il motivo di ciò che ci capita, di come ci sentiamo sia necessario (indispensabile!) per stare già meglio. Tutto deve essere codificato, inquadrato, gestito e se così non è (o non ci pare sia) è una catastrofe emotiva. Tutto deve essere perfetto altrimenti non siamo... Cosa? All'altezza? Maturi? Trendy? Ma come si acquisisce l'esperienza necessaria a gestire la quotidianità, le situazioni e i momenti difficili?
Related Posts with Thumbnails